sabato 30 gennaio 2016

La festa. Forme e significati del festeggiare oggi

Conviviale del 29 gennaio 2016
Hotel Grande Albergo - Sestri Levante
Relatore: Prof. Natale SPINETO





Venerdi 29 Gennnaio, presso l'Hotel Grande Albergo in Sestri Levante, si è tenuta una riunione conviviale alla quale ha partecipato, in qualità di relatore, il rotariano Natale Spineto Presidente incoming del Rotary Club Gavi Libarna, segretario del Grappolo Natale è anche coordinatore della Sottocommissione distrettuale VTT, acronimo di Vocational Training Team. Trattasi di squadre di professionisti che si recano in altri Paesi per insegnare ai professionisti del posto materie relative al loro campo professionale.
Natale Spineto si è laureato in filosofia all’Università di Milano e ha conseguito due dottorati: il dottorato di ricerca in Storia religiosa (all’Università di Roma-La Sapienza) e in Storia delle Religioni e Antropologia religiosa (alla Sorbona); ha insegnato a Milano, a Ginevra e a Parigi. 
È attualmente professore di Storia delle Religioni all’Università di Torino e per la sua attività di ricerca è stato premiato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Accademia dei Lincei. È autore di un centinaio di pubblicazioni, fra libri, saggi e articoli, pubblicati in 9 lingue, che vertono sulla religione greca classica, sulla teoria e storia delle scienze delle religioni, sui grandi temi della storia religiosa, tra cui "La festa", Roma 2015, Edizioni Laterza.
Spineto ha ripercorso la storia della festa presentando la situazione delle civiltà antiche. In ogni tradizione, religiosa o laica, le feste hanno sempre rappresentato un momento di rottura del tempo ordinario: il sacro fa irruzione nella quotidianità degli uomini.
In Grecia nacquero come celebrazione religiosa. Attraverso cerimonie, processioni, sacrifici si instaurava un contatto tra l’uomo e la divinità. In seguito le feste civili, con giochi o rappresentazioni teatrali, servivano per aggregare la comunità, specialmente nei momenti più difficili.
Tutti abbiamo sperimentato che, durante lo svolgimento delle feste, sia pubbliche che private, ogni momento può diventare occasione di incontro e di condivisione.
Spineto ha parlato dei profondi cambiamenti che ci sono stati nelle ricorrenze religiose e tradizionali, soprattutto a partire dal secondo dopo guerra. Le feste patronali sono scomparse nelle grandi città. Resistono nei paesi, grazie alle confraternite o dove ci sono tradizioni molto radicate. Negli ultimi decenni gli aspetti economici e turistico/folkloristici, con le fiere e le sagre, hanno preso il sopravvento sui significati religiosi.
Il relatore ha poi descritto i diversi tipi di festa contemporanei, da quella della mamma a quelle di San Valentino e Halloween, dalle feste civili alle feste religiose e tradizionali. Con rammarico, ha riferito che oggi la grande maggioranza dei giovani non sa che la nostra festa nazionale è il 2 giugno.
Mentre nei Paesi dell’Oriente non ci sono i riposi settimanali, Ebraismo, Cristianesimo e Islam da millenni celebrano, con il riposo e la preghiera, il giorno festivo dedicato a Dio. Chi consulta il calendario cristiano si rende conto di quanto esso sia ricco di ricorrenze e di feste dei vari patroni.

lunedì 18 gennaio 2016

La Governance rotariana

Conviviale del 15 gennaio 2016
Hotel Grande Albergo - Sestri Levante
Relatore: Ing. Giuseppe SORTINO



Venerdi 15 Gennaio 2016, presso il Ristorante dell’Hotel Grande Albergo di Sestri Levante, si è tenuta una serata dedicata alla formazione di Club, nella quale Giuseppe “Beppe” Sortino, il formatore per l’annata 2015/2016 ci ha parlato della Governance rotariana, cioè della struttura e dell’organizzazione del Rotary International.


Beppe, già Presidente del Club, dall’alto della sua esperienza, ha sciorinato tutte le nozioni, con l’ausilio di diapositive, da lui preparate per l’occasione, con ottima sintesi e chiarezza stimolando particolarmente l’attenzione dei presenti.
Degno di nota è stato l’intervento del Socio Giuseppe “Pippo” Solari che ha sancito l’importanza della struttura rotariana che, come tutte le organizzazioni multinazionali, si è dotata di regole rigide ma necessarie e in particolare della bontà delle procedure che alternano a rotazione tutti i Soci ad occupare posizioni dirigenziali. 
La serata è la prima delle quattro che, in questa annata, il Rotary Club Chiavari Tigullio dedicherà alla formazione, le altre si terranno nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio e vedranno Beppe Sortino impegnato a parlarci del Piano Strategico di Club, dei Service e degli Strumenti per ottimizzare la vita nel Club.
Il Presidente Filippo Casella ha fatto notare quanto ritiene fondamentale la formazione, oltre che per l’organizzazione ottimale del Club anche per lo Sviluppo dell’Effettivo in quanto solo un Socio formato ed “informato” può essere un buon testimonial e comunicare all’esterno la corretta immagine del Rotary.  
Nel corso dell’evento Il Presidente ha comunicato ai Soci l’intenzione di organizzare la tradizionale gita sociale a Roma, in occasione del Giubileo dei Rotariani che si terrà a fine Aprile 2016 e ha mostrato un simpatico video dedicato al “Progetto alluvione”.

video



domenica 20 dicembre 2015

Cena degli Auguri 2015

Venerdì 18 dicembre 2015
Hotel Grande Albergo - Sestri Levante




Venerdi 18 Dicembre, presso l’Hotel Grande Albergo di Sestri Levante, si è tenuta la tradizionale Cena degli Auguri.
Il Presidente Filippo Casella nel suo breve discorso, prima di augurare a tutti il Buon Natale, ha ricordato quanto sarebbe importante che il motto rotariano “Servire al di sopra di ogni interesse personale” fosse preso a modello da chi governa le Nazioni e come, se così fosse, le guerre, le violenze, i reati contro la comunità e le appropriazioni indebite, ormai all'ordine del giorno, sarebbero destinate a scomparire. “Dobbiamo continuare ad essere d’esempio per alimentare, in tutti i modi, la speranza di un mondo migliore”.
La serata, molto partecipata, si è svolta all’insegna del calore e dell’amicizia rotariana ed è stata allietata da alcuni ragazzi e ragazze del liceo Delpino che, accompagnati dal Professor Rino Giannini, hanno recitato una poesia e una fiaba Natalizia per finire con un brano di Mozart suonato con il clarinetto.
Con l’occasione è stato festeggiato, a sorpresa, il compleanno di Caterina, moglie del Socio Renzo Repetto che ha spento le candeline della torta mentre tutti i presenti intonavano un sentito “tanti auguri”.
Ad ogni Socio è stato donato un fermacarte in bronzo con il logo del Rotary, personalizzato con il proprio nome. 
Con la serata degli auguri di Natale si è concluso il primo semestre dell’anno rotariano 2015/2016
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...